Presidente 2016-2017 Elisa Tobia

Bologna San Luca&San Luca

 

 

Il colle dominava la città con la sua bella basilica che faceva da sentinella a Bologna: ma, come spesso succede anche con le cose belle, queste diventano delle abitudini e non ci si fa caso più di tanto. Ma nel 2001 l’ultimo nato dei Lions Club a Bologna si appropriò del suo nome e dei suoi simboli: il Lions Club BOLOGNA SAN LUCA. Da allora la Basilica è diventata la sede prestigiosa ed esclusiva delle nostre serate di chiusura e il suo Rettore, Mons. A.Testi, uno dei nostri Soci Onorari. L’affetto per la Basilica si è prolungato nel tempo con un service permanente che ogni Presidente ha curato gelosamente come un fiore all’occhiello. Così oggi chi visita la Basilica vede i segni di questi service annuali: un confessionale, un organo del ‘600 restaurato, tutti i lampadari che illuminano l’icona della Vergine. Recentemente abbiamo anche tamponato i segni lasciati dal terremoto del 2012 sulla balaustra dell’ingresso ai giardini della Basilica.

Dalla sua nascita il Club si è fregiato con il nome di San Luca e i sui Soci si sono sempre sentiti orgogliosi del nome del Club, che raccoglieva l’interesse per il territorio ma anche l’affetto che tutti i bolognesi hanno da sempre avuto nei confronti del Colle di San Luca. Mons. E. VECCHI, allora vicario episcopale della città e ospite fisso nelle nostre serate di chiusura, ci aveva quasi rimproverato, dicendoci: “Già che c’eravate, potevate mettere al Club un nome più completo e cioè Lions Club Madonna di San Luca”.

I Presidenti del Club che si sono succeduti negli anni hanno sempre tenuto fede a questo feeling che si è creato sin dall’inizio tra i Soci del Club e la Basilica e all’inizio di giugno di ogni anno, quando si pone la data di chiusura delle attività del Club, la partecipazione alla cerimonia in Basilica, prima e alla cena poi è sempre numerosissima e il cerimoniere fatica a trovare posto per tutti nella Sala del Pellegrino, che il Rettore mette a nostra disposizione. E in questo ambiente ed in questa atmosfera che si celebra il passaggio alla nuova presidenza e si consegnano i riconoscimenti per l’attività svolta. La cerimonia in Basilica è sempre molto suggestiva, accompagnata dal coro della Basilica, che canta per tutti noi e dalla visita alla immagine della Beata Vergine di San Luca, che in fila ordinata, ci porta vicino al Paradiso.

L’immagine della Basilica, con i colori rosso e blu della città di Bologna, è presente nel nostro guidoncino ed è stata dipinta Giancarla, moglie del nostro primo Presidente M. Vecchi; ma è rappresenta anche in una bellissima icona d’argento che i nostri Presidenti donano agli ospiti più prestigiosi a ricordo della loro partecipazione alle nostre serate. Se è vero che l’attività di un Lions Club deve essere collegata al territorio, credo che non ci sia nessun Club a Bologna che abbia un rapporto più stretto non solo con il territorio che lo ospita ma soprattutto con il simbolo che ne ricorda il nome. Questo fatto rende i Soci del nostro Club giustamente orgogliosi, non solo del loro essere Lions, ma ancor di più di esserlo in un Club dal nome e tradizione prestigiosi.